Donna Rotunno: la lezione di posizionamento de “L’ultima femminista” su come diventare un personaggio

Donna Rotunno

Donna Rotunno è un’avvocato molto famoso negli Stati Uniti ed è specializzata nel difendere gli uomini accusati di stupro.

Si chiama Donna di nome, ma per molte non è degna di portarlo a causa del tipo di clienti che assiste.

Il suo cliente più famoso è Harvey Weinstein, il produttore cinematografico al centro del più grande scandalo mondiale per presunte molestie e aggressioni sessuali commesse nei confronti di donne del mondo dello spettacolo, ma non solo.

Proprio per questo è costantemente sotto attacco da parte del movimento femminista “MeToo”.

In Italia è toccato a Junior Cally, ad esempio.

La Rotunno sta conducendo una crociata contro tale movimento, accusandolo di promuovere una cultura che infantilizzerebbe le donne e premierebbe il vittimismo.

La signora gode assai della rabbia che provoca nei suoi contestatori e si definisce come “L’ultima femminista” (nel senso di “definitiva”, “suprema”, “più grande”, “l’ultima vera rimasta”, etc.), nonostante rappresenti uno dei più noti predatori d’America (ecco il contrasto).

Ma lei difende il femminismo, il ‘suo’ femminismo.

Leggi TuttoDonna Rotunno: la lezione di posizionamento de “L’ultima femminista” su come diventare un personaggio

Come Bernie Sanders cerca di riposizionare Pete Buttigieg

Sanders VS Buttigieg

Se segui le primarie del Partito Democratico americano, probabilmente saprai che da questa lunga sfida uscirà il nome che sfiderà Trump alle prossime elezioni presidenziali (non c’è dubbio che Donald venga riconfermato dal ‘suo’ partito).

A differenza di quattro anni fa, quando la sfida a due tra la Clinton e Sanders ha visto prevalere senza troppe ansie la prima, questa volta la partita sembra più aperta.

Dico sembra perché siamo solo all’inizio e fino al “Super Tuesday” sarà difficile avere un quadro più chiaro.

Nel frattempo, dal caos dei caucus in Iowa, il primo stato in ordine temporale a doversi esprimere, sono emerse queste sorprese:

Leggi TuttoCome Bernie Sanders cerca di riposizionare Pete Buttigieg

Perché Junior Cally ha vinto Sanremo 2020, senza salire sul palco

vincitore sanremo 2020

Un semi sconosciuto giovane di 28 anni proveniente dalla periferia di Roma, che di nome e cognome fa Antonio Signore, è il vincitore di Sanremo 2020 prima ancora di salire sul palco.

Il 70esimo Festival della Canzone Italiana, preceduto dalla più grande scia di polemiche di sempre, ha già ‘assegnato’ lo scettro di numero uno al signor Antonio, in arte Junior Cally.

Il cantante è stato sommerso nelle ultime settimane da un’infinità di critiche per il testo di una sua canzone del 2007 che secondo i detrattori sarebbe “sessista, inneggia alla violenza contro le donne, al femminicidio”.

In un contesto storico come questo non poteva non nascere una violenta polemica.

Niente sarà più come prima per lui.

Leggi TuttoPerché Junior Cally ha vinto Sanremo 2020, senza salire sul palco