Meglio un uovo oggi o la gallina domani?

Meglio un uovo oggi che una gallina domani

oppure

Chi non risica non rosica

Il primo proverbio invita ad accontentarsi di un qualcosa che si può avere subito, seppur meno desiderato, piuttosto che rischiare per qualcos’altro di molto più grande in futuro e normalmente più difficile da raggiungere.

Il secondo, invece, invita a non essere eccessivamente prudenti o timorosi perché così facendo è difficile riuscire a ottenere qualcosa.

Ora ti faccio una domanda.

Se ti venisse chiesto di rinunciare a un incarico (o candidatura) minore oggi per averne uno più prestigioso in futuro, quale decisione prenderesti?

Sono convinto che il 99% delle persone sceglierebbe una delle due strade.

Ecco cosa ne penso io.

La mia filosofia

Io, come spesso accade, sono per una terza via: prendiamo un uovo oggi e poi pensiamo alla gallina domani.

Un giorno ho avuto un’importante lezione da mia figlia: non voleva rimanere all’asilo anche di pomeriggio, ma tornare a casa subito dopo pranzo.

Ogni tanto ci prova, normale.

Ogni tanto le va bene.

Quando me l’ha chiesto, le ho detto che si tenesse questa opzione per un altro giorno più impegnativo in modo da staccare in un momento in cui ne avrebbe avuto più bisogno.

Con la possibilità, addirittura, di stare a casa direttamente.

Niente da fare, per lei esisteva solo il giorno corrente.

I bambini hanno l’istinto di voler portare a casa subito il risultato perché poi, una volta messo in saccoccia, pensano di poter trattare su altre cose.

Furbi.

Un po’ meno furbi sono quelli che fanno politica.

A tutti i livelli.

Spesso, si fanno imbambolare dalla promessa di sostegno a un incarico più prestigioso da portare a casa in futuro in cambio della rinuncia a uno meno importante nell’immediato (che, con buone probabilità, andrà a una persona fidata di chi ti ha proposto questo baratto).

Sbagliato.

Nella maggior parte dei casi, se rinunci adesso non avrai nemmeno il dopo.

Sorgeranno difficoltà, altra gente da accontentare, situazioni non previste, condizioni mutate.

Garantito.

E chi ti aveva fatto quella promessa, sempre che abbia voglia di giustificarsi, ti dirà: mi spiace, ma… (generatore automatico di scuse).

Sai quante ne ho viste di queste situazioni?

Moltissime.

Alcune delle tante persone a cui avevo consigliato di prendere all’istante l’uovo, perché alla gallina avremmo pensato subito dopo partendo da una posizione migliore di prima, non mi hanno ascoltato e si sono fatte molto male.

Queste cose non accadono solo in politica, ma dovunque ci sia l’ambizione a procedere nella “scalata al potere”: all’interno di un partito, all’interno di un’azienda, nel rapporto tra politica e imprenditoria, nella crescita all’interno di un ordine professionale, etc.

Chiaro che ogni situazione è a sé e ci sono delle variabili che cambiano, ma l’impianto è sempre lo stesso e va padroneggiato a tuo favore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.